Festival “Sorelle di corpo”: la cultura continua a non fermarsi, e questa volta possiamo dimostrarvelo dal vivo!

La cultura continua a non fermarsi, e questa volta possiamo dimostrarvelo dal vivo!

Finalmente palazzo delle Esposizioni riapre le sue porte al pubblico, e il festival “Sorelle di Corpo” è pronto ad accogliervi.

A partire da sabato 13 giugno, e per tutti i successivi weekend del mese, sarà possibile visitare le mostre fotografiche di Valentina Botta e del Gruppo Fotografia Aula 21, e quella artistica di Valentina Crasto. A raccontarle ci saranno le curatrici del Festival, Angela Molari e Veronica Bassani, che vi accompagneranno in visite guidate alla scoperta di questo grande progetto e di tutte le sue tappe. Accanto alle esposizioni, sarà possibile conoscere da vicino anche l’ultimo progetto di Farsi Prossimo, con una capsule collection estiva creata dalle sarte di Dress Again. Ma non solo, perché ogni appuntamento sarà reso speciale dalla presenza di un ospite sempre diverso, che arricchirà l’esperienza di visita e parlerà del festival e delle sue tematiche da un punto di vista personale ed inedito, coinvolgendo i visitatori in questa riflessione.

Grazie alla Pubblica Assistenza della città di Faenza


Ci teniamo a ringraziare pubblicamente la Pubblica Assistenza della Città di Faenza che ha cercato di moltiplicare il gesto di generosità di DECO INDUSTRIE di Bagnacavallo per aiutare le persone. Quasi 3600 confezioni di generi alimentari sono state donate ad associazioni del nostro territorio che aiutano persone in difficoltà, in particolare: 1800 pacchi di generi alimentari a Caritas Diocesana Faenza-Modigliana che serviranno per aiutare le persone e le famiglie in difficoltà nel nostro territorio e altri 1800 pacchi alimentari all’Associazione SOS Donna, centro antiviolenza di Faenza in supporto a donne in uno stato di temporanea difficoltà, che hanno subito o subiscono violenza.

Per poter supportare la Pubblica Assistenza di Faenza e aiutarle/i nel proseguimento del loro operato sono state attivate alcune iniziative di raccolta fondi.
➡️IT 65 M 08542 23705 011000244534
EROGAZIONE LIBERALE PER ACQUISTO DPI EMERGENZA CORONA VIRUS AI SENSI ART. 66 DECRETO LEGGE 17/03/2020
➡️Tramite la piattaforma GOFUNDME https://www.gofundme.com/f/noicisiamo-covid19-continuiamo-i…
➡️Tramite la piattaforma SATISPAY https://tag.satispay.com/pafaenzaodv
Per informazioni e contatti Tel. 0546/621162 – 3287712498 – pafaenza@gmail.com

Grazie!!

Rassegna stampa: Buonsenso  – Facebook

Il tuo 5×1000 per dire NO alla violenza contro le donne

 

L’Associazione SOS Donna, centro contro la violenza alle donne, chiede a tutte e tutti di poter contribuire alla prosecuzione e al consolidamento della vita del Centro antiviolenza di Faenza.

Anche quest’anno è possibile devolvere il 5 per mille dell’Irpef ad un’associazione di volontariato scelta dal contribuente: per questo chiediamo di sostenere i progetti di SOS Donna attraverso questa semplice ma utilissima iniziativa.

Questa scelta non cambia nulla per il contribuente, né in aggiunta né in sottrazione alla cifra “dovuta” al fisco, ma con una semplice firma si può sostenere la nostra Associazione, che dà una mano a donne che si trovano in uno stato di temporanea difficoltà, che hanno subito o subiscono violenza.

Per farlo ti basterà inserire il Codice fiscale di SOS Donna: 90014420393

Ti ringraziamo anticipatamente per il gesto di solidarietà nei nostri confronti e nei confronti delle donne che subiscono violenza e che vogliono ricostruirsi una nuova vita!

Le volontarie dell’Associazione Sos Donna

 

N.B: ricordiamo che le attività di accoglienza e delle case rifugio gestite dall’Associazione SOS Donna proseguono anche durante l’emergenza sanitaria:

☑️ Il centro antiviolenza SOS Donna di Faenza rimane aperto nei consueti orari prediligendo modalità di colloquio telefonico o tramite video-chiamata. Si potrà concordare la modalità desiderata insieme alle operatrici telefonando allo 0546/22060. Se si hanno difficoltà a telefonare è possibile contattare il centro scrivendo un messaggio tramite e-mail: info@sosdonna.com; Messenger :”Sos Donna Faenza”; Instagram: “sosdonna_faenza” o tramite il profilo Skype “Sos Donna Faenza”.

☑️Garantita l’accoglienza telefonica allo 0546/22060 il lunedì e venerdì ore 14.30 – 18.30; il martedì, mercoledì e giovedì ore 9 – 13; sabato e domenica 9 – 13. Negli orari di chiusura è attiva una segreteria telefonica H24. 

☑️Si svolgeranno i colloqui di persona solo per urgenze e con modalità in linea con le prescrizioni del DPCM rispettando la distanza di almeno 1 metro, le norme igieniche e accedendo agli uffici in maniera contingentata, di modo da non creare assembramenti di persone.

☑️Rimane attivo l’intervento in emergenza H24 tramite attivazione da parte di FF.OO., Servizi sociali o Pronto Soccorso.

Alcuni accorgimenti per prevenire la diffusione del Covid-19 continuando a contrastare la violenza sulle donne:

Viste le disposizioni emanate dal Presidente del Consiglio dei Ministri in materia di prevenzione e contenimento del Covid19 – ultimo aggiornamento datato 11 marzo 2020 – e per tutelare la salute delle operatrici e delle donne accolte, si comunica che:

☑️ Il centro antiviolenza SOS Donna di Faenza rimarrà aperto nei consueti orari ma si prediligeranno modalità di colloquio telefonico o tramite video-chiamata, predisponendo colloqui di persona solo per urgenze. Si potrà concordare la modalità desiderata insieme alle operatrici telefonando allo 0546/22060.

☑️Garantita l’accoglienza telefonica allo 0546/22060 il lunedì e venerdì ore 14.30 – 18.30; il martedì, mercoledì e giovedì ore 9 – 13; sabato e domenica 9 – 13. Negli orari di chiusura è attiva una segreteria telefonica H24. 

☑️Si svolgeranno i colloqui di persona solo per urgenze e con modalità in linea con le prescrizioni del DPCM rispettando la distanza di almeno 1 metro, le norme igieniche e accedendo agli uffici in maniera contingentata, di modo da non creare assembramenti di persone. Sarà inoltre possibile concordare con le operatrici modalità differenti di ascolto come il colloquio telefonico o tramite video chiamata.

☑️Rimane attivo l’intervento in emergenza H24 tramite attivazione da parte di FF.OO., Servizi sociali o Pronto Soccorso anche in questo caso prediligendo la modalità di colloquio telefonico nel rispetto delle prescrizioni di sicurezza dettate dal DPCM.

 Sono sospese (già da fine febbraio) le seguenti attività: riunioni, supervisioni, laboratori, attività nelle scuole, eventi, convegni, corsi di formazione, gruppi empowerment.

 Sono sospese le attività di volontariato, Servizio Civile Nazionale e tirocinio.

Sono sospese le aperture degli sportelli dislocati di:
Riolo Terme: in caso di necessità contattare la sede centrale di Faenza allo 0546/22060
Sportello Antiviolenza ALBA Unione del Rubicone e Mare: verrà garantita la reperibilità telefonica al 379/1067540 durante gli orari di apertura dello Sportello (martedì ore 10.30 – 14.30 e venerdì 9 – 12) mentre durante gli altri giorni sarà garantita risposta telefonica tramite i centralini dei centri antiviolenza SOS Donna di Faenza e Rompi il Silenzio Onlus di Rimini che gestiscono lo sportello.

Per informazioni o in caso di necessità potete contattarci allo 0546/22060 o tramite mail a info@sosdonna.com o tramite i nostri canali social: Facebook e Messenger “Sos Donna Faenza” e Instagram “sosdonna_faenza”

Altre informazioni qui: Ravenna Notizie – Coordinamento dei Centri Antiviolenza dell’Emilia-RomagnaD.i.Re Donne in Rete contro la violenza