Il cinque per mille a Sos Donna

 

L’associazione Sos Donna, centro contro la violenza alle donne, chiede a tutti di poter contribuire alla prosecuzione e al consolidamento della vita del Centro antiviolenza.

Anche quest’anno è possibile devolvere il 5 per mille dell’irpef ad un’associazione di volontariato scelta dal contribuente:  per questo chiediamo di sostenere i progetti di Sos Donna attraverso questa semplice ma utilissima iniziativa.

Questa scelta non cambia nulla per il contribuente, né in aggiunta né in sottrazione alla cifra “dovuta” al fisco, ma con una semplice firma si può sostenere l’associazione che dà una mano a donne che si trovano in uno stato di temporanea difficoltà, che hanno subito o subiscono violenza.

 

Codice fiscale di Sos Donna: 90014420393

Carissimi,

l’Associazione SOS DONNA di Faenza, Centro contro la violenza alle donne, ti chiede di poter contribuire alla prosecuzione e al consolidamento della vita del Centro antiviolenza.

SOS DONNA  ti  ricorda che anche quest’anno è possibile devolvere il 5 per mille dell’irpef ad un’associazione di volontariato scelta dal contribuente, per questo ti chiediamo di sostenere i nostri progetti attraverso questa semplice ma utilissima iniziativa.

Questa scelta non cambia nulla per il contribuente, né in aggiunta né in sottrazione alla cifra “dovuta” al fisco, ma con una semplice firma potete sostenere la nostra Associazione che nasce per dare una mano a donne che si trovano in uno stato di temporanea difficoltà, che hanno subito o subiscono violenza.

Centro Antiviolenza a favore delle donne

Quest’anno puoi sceglierci per il 5 per mille

della dichiarazione dei redditi (IRPEF)

Ti occorre il nostro codice fiscale: 90014420393

Grazie da parte di tutte le donne accolte.

Via Laderchi, 3 – Faenza

Tel. 0546 22060

www.sosdonna.com

info@sosdonna.com

 

Ringraziandoti anticipatamente per il gesto di solidarietà nei nostri confronti e nei confronti delle donne che subiscono violenza e che vogliono ricostruirsi una nuova vita, ti inviamo i

Nostri più affettuosi saluti.

Associazione SOS DONNA

La presidente

Antonella Oriani

Tre opportunità per il Servizio civile

Il Servizio Civile nazionale ha indetto un bando per la selezione di oltre 35 mila volontari, in età compresa da 18 a 28 anni, da avviare nell’anno 2016 a progetti di servizio civile in Italia. Cinque di questi progetti riguardano il territorio dell’Unione della Romagna Faentina, con la possibilità di impiegare 26 volontari.

 

Di questi, tre posti sono previsti presso il Servizio Fenice per il progetto del Comune di Faenza “Insieme oltre la violenza”: scopri il progetto

70 anni di voto femminile, incontro il 31 maggio

Ultimo evento primaverili organizzati da SOS Donna avrà luogo martedì 31 maggio alle 18 presso la sala delle Associazioni (via Laderchi 3/a a Faenza ) in compagnia di Claudia Bassi Angelini, che ripercorrerà le tappe che hanno portato al 2 giugno 1946, storica data in cui gli italiani, e per la prima volta anche le italiane, furono chiamati a scegliere tra monarchia e repubblica.

Insieme all’ospite si approfondirà quindi come questo traguardo, di cui quest’anno si celebra il 70° anniversario, abbia gettato le basi di un intero percorso femminile nella vita politica e istituzionale, segnando una tappa decisiva del lungo cammino di emancipazione di migliaia di donne italiane. Anche in questo caso un aperitivo conviviale, al termine dell’incontro, offrirà possibilità di socialità e confronto.

Tutti gli eventi della primavera 2016

E’ un percorso di avvicinamento a una ricorrenza significativa come il 70°anniversario del voto alle donne italiane: l’associazione Sos Donna di Faenza, impegnata da più di vent’anni nella prevenzione delle violenza di genere, propone una serie di iniziative primaverili che spaziano dalla storia alla psicologia.

Si parte venerdì 29 aprile alle 18 presso la Sala delle Associazioni (Via Laderchi 3/a) con l’incontro con la psicoterapeuta e psicanalista Luisella Mambrini, che indagherà la relazione amorosa approfondendo quelli che sono gli effetti dei fallimenti di coppia sulla percezione di sé che hanno le donne.