25 ottobre 2018: “Altre Stelle”. Un libro alla scoperta dei Centri antiviolenza

25 ottobre 2018

Sos Donna e la Biblioteca Comunale Manfrediana presentano

“Altre Stelle”. Un libro alla scoperta dei Centri antiviolenza

Che cosa fa l’operatrice di un Centro antiviolenza? Quali motivazioni animano il suo lavoro? Quali ostacoli lo frenano? Che tipo di relazione allaccia con le donne che si rivolgono al Centro in cerca di aiuto? E’ questo il filo conduttore del libro “Altre Stelle. Un viaggio nei centri antiviolenza” di Luca Martini, che verrà presentato da Sos Donna a Faenza durante l’incontro con l’autore che si terrà alla Biblioteca Comunale Manfrediana (via Manfredi 14) giovedì 25 ottobre alle ore 17.00.

Luca Martini, un esperto di organizzazione e gestione delle risorse umane, in questo libro racconta la storia del suo “viaggio” in questi luoghi misteriosi attraverso le parole delle operatrici.

“L’idea del libro nasce due anni fa, con l’obiettivo di fare emergere il profilo della figura delle cosiddette operatrici dei Centri antiviolenza. Chi sono? Sono volontarie o sono delle professioniste formate per un lavoro estremamente complesso? Come svolgono il loro lavoro? Chi le sostiene e ancora, sono retribuite? Nell’arco di un anno ho visitato sei Centri – Rimini, Bolzano, Brescia, Lucca, Catania e L’Aquila – parlando con queste donne straordinarie, assorellate da pratiche e ideali comuni ma ciascuna con proprie storie, come diverse sono le storie dei diversi Centri. Non sono infatti uno scrittore né un ricercatore o un giornalista. Solo un uomo che si è chiesto, nel suo piccolo, cosa potesse fare per contribuire a questa rivoluzione sociale e culturale, ben oltre il dire ‘sono d’accordo’.”

15 ottobre 2018: L’Associazione Sos Donna ringrazia la cittadinanza faentina

15 ottobre 2018

La Coop Alleanza 3.0 propone una colletta alimentare per Sos Donna

L’Associazione Sos Donna ringrazia la cittadinanza faentina

L’Associazione Sos Donna, centro antiviolenza di Faenza, era presente al supermercato Coop “I Cappuccini” di Faenza nella giornata del 13 ottobre 2018, dalle ore 10 alle ore 19, per una raccolta di solidarietà in supporto alle donne che subiscono violenza, ospiti nelle case rifugio dell’Associazione. Le volontarie del centro antiviolenza erano presenti con un punto informativo per sollecitare e sensibilizzare ancora una volta la cittadinanza ad una riflessione sulla violenza alle donne, distribuendo inoltre, a chi si recava a fare la spesa alla Coop “I Cappuccini”, una lista con l’elenco degli alimenti e dei beni di prima necessità che potevano essere donati a Sos Donna dai clienti della Coop.

Le volontarie e le operatrici del centro antiviolenza sono rimaste piacevolmente colpite dalla generosità dimostrata dai cittadini e dalle cittadine di Faenza che hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa dimostrando ancora una volta la loro fiducia nei confronti progetto della nostra Associazione. Durante l’intera giornata sono stati donati: 288 confezioni di riso e pasta, 269 prodotti alimentari in scatola (passata di pomodoro, tonno, legumi, olio), 282 prodotti per la prima colazione, 74 prodotti per l’infanzia e circa 54 prodotti per l’igiene della persona e della casa. Tutti i prodotti raccolti saranno destinati alle donne e ai bambini e bambine ospiti nelle strutture a indirizzo segreto gestite dall’Associazione e alle donne in uscita dalla violenza che si rivolgono al centro antiviolenza Sos Donna e ne hanno la necessità.

L’azione di SOS Donna-Servizio Fe.n.ice (sportello voluto dal Comune di Faenza, Assessorato Pari Opportunità) sul territorio comprensoriale faentino ha visto, nel 2017, 209 donne accolte e, dal primo gennaio 2018 ad oggi, più di 180 donne si sono già rivolte a noi.

21 ottobre 2018 – “Le loro voci”: la parola alle donne vittime di femminicidio

Faenza 21 ottobre 2018

Sos Donna e Compagnia delle Feste danno vita al reading firmato da Serena Dandini

“Le loro voci”: la parola alle donne vittime di femminicidio

Una pluralità di voci per dare voce a chi la voce non l’ha più: sono le vittime di femminicidio a parlare in “Ferite a morte”, il libro-spettacolo di Serena Dandini che racconta con amara ironia le storie delle donne uccise dai propri mariti, compagni, ex.

Il reading verrà riproposto a Faenza domenica 21 ottobre alle ore 17.30 presso il Teatro della Chiesa di Santa Maria Maddalena (Piazza Bologna, 8) dove le volontarie dell’Associazione Sos Donna e le attrici della Compagnia delle Feste si esibiranno nel re-make di “Le loro voci” lo spettacolo con i brani di “Ferite a morte”. Cinque donne impegnate sul palco per raccontare undici storie di altre donne come loro, inascoltate e morte per mano di un uomo.

“Abbiamo scelto i brani – raccontano attrici e volontarie – che a nostro parere meglio raccontavano le situazioni potenzialmente “vicine” al nostro contesto, storie di donne simili alle tante che si rivolgono al nostro centro antiviolenza”. Il reading “Le loro voci” è stato portato in scena diverse volte a partire dal 2014 fino ad arrivare ad oggi – sempre con successo e un ottimo riscontro di pubblico – e in questa edizione le attrici presenteranno alcuni brani inediti. “Diversamente da quanto si immagina – continuano – i brani non sono tristi o esasperati ma sottilmente ironici, a volte quasi surreali, evidenziando il disincanto postumo di donne che hanno trascorso gli ultimi anni della propria vita in situazione di evidente pericolo, colpevolmente ignorato da chi era loro accanto. La drammaticità dei racconti sta proprio nella loro ordinarietà, nel saper narrare storie “normali” dall’epilogo tragico pur senza averne i toni canonici”.

13 ottobre 2018: Fare la spesa alla Coop “Cappuccini” per aiutare le donne che vivono nelle case rifugio

La Coop Alleanza 3.0 propone una colletta alimentare per Sos Donna

Fare la spesa alla Coop per aiutare le donne che vivono nelle case rifugio

L’Associazione Sos Donna, centro antiviolenza di Faenza, sarà presente al supermercato Coop “I Cappuccini” di Faenza nella giornata del 13 ottobre 2018, dalle ore 8 alle ore 19, per una raccolta alimentare in supporto alle donne che subiscono violenza, ospiti nelle case rifugio dell’Associazione. Le volontarie del centro antiviolenza saranno presenti con un punto informativo per sollecitare e sensibilizzare ancora una volta la cittadinanza ad una riflessione sulla violenza alle donne. Distribuiranno inoltre, a chi si reca a fare la spesa alla Coop “I Cappuccini” una lista con l’elenco degli alimenti e dei beni di prima necessità che possono essere donati a Sos Donna dai clienti della Coop: dai prodotti alimentari a quelli per l’igiene personale, dai prodotti per bambini a quelli per la pulizia della casa, tutto ciò che è utile nella vita quotidiana. Tutti i prodotti raccolti saranno destinati alle donne e ai bambini ospiti nelle strutture a indirizzo segreto gestite dall’Associazione e alle donne in uscita dalla violenza che si rivolgono a Sos Donna.