15 maggio: “Adolescenti tra affettività e possesso: educare al rispetto”

Nel’ambito del progetto regionale “Adolescenti tra affettività e possesso: educare al rispetto” in collaborazione con l’Istituto tecnico “Oriani” di Faenza, si sono realizzati dei laboratori formativi con i ragazzi e le ragazze delle classi terze con particolare riferimento al tema della violenza di genere nelle prime relazioni adolescenziali.

Gli/le studenti/esse che hanno partecipato a questi momenti formativi hanno elaborato dei volantini per sensibilizzare i loro coetanei rispetto agli elementi di una relazione maltrattante, al fine di promuovere una comunicazione tra pari sul tema della violenza di genere utilizzando le immagini grafiche e gli slogan che a loro appaiono più incisivi.

Oggi, all’Istituto Tecnico “Oriani”, si è tenuto un evento conclusivo con la presentazione degli elaborati ritenuti vincenti ed una premiazione simbolica dei ragazzi e ragazze che li hanno realizzati. Ringraziamo tutte le ragazze e i ragazzi che hanno attivamente contribuito a questo progetto in quanto tutti i volantini proposti erano davvero significativi e pertinenti. Ringraziamo anche Cinema in Centro – Faenza per aver donato dei biglietti di ingresso ai cinema di Faenza per i/le giovani vincitori/trici!

bty

bdr

17 e 18 maggio: “LIBERE DI VOLARE” – presentazione della fanzine durante il Distretto A Weekend 2019

“LIBERE DI VOLARE”

Presentazione della fanzine nata dal progetto di urban art “Mai più donne con le spalle al muro” realizzato da SOS Donna per la celebrazione dei 25 anni a partire dall’inizio delle proprie attività,  grazie al prezioso contributo di Distretto A e al sostegno di: Regione Emilia-Romagna, Banca Credito Cooperativo Ravennate, Bucci Industries, Confcommercio Ascom Faenza, GEMOS, Il Pennello, Parafarmacia “Salute e natura”, Prink, Tema Sinergie, Rustichelli Color e Top Rent con il patrocinio dell’Unione della Romagna Faentina.

Quest’anno anche l’Associazione SOS Donna sarà presente a #grazieprego XII edizione del Distretto A Weekend!

* Ci troverete venerdì 17 maggio alla Cena Itinerante, dalle 18.30 alle 23.00 accanto a “La Danseuse”, il murales realizzato da Coquelicot Mafille in occasione del nostro 25° compleanno! Saremo presenti con un banchetto informativo in via San Ippolito angolo via Montalto, dove troverete i gadget prodotti grazie al progetto “Mai più donne con le spalle al muro”, a scopo di autofinanziamento per le attività del centro antiviolenza con le donne da noi accolte.

* Ci troverete inoltre sabato 18 maggio alle ore 18.30 presso Osteria della Sghisa per la presentazione di “LIBERE DI VOLARE. Mai più donne con le spalle al muro”, la fanzine nata nell’ambito del progetto di urban art da noi promosso grazie al prezioso contributo di Distretto A – Faenza Art District

Qui il programma del Distretto A Weekend: https://www.distrettoa.it/…/05/dawe_programma_web_20190506.…

Non perdetevelo!

 

“NELL’UNIONE PER LE DIFFERENZE”: SOS DONNA FAENZA PRESENTA UN PROGETTO A LUNGO TERMINE CHE METTE IN CAMPO TANTE SINERGIE E NUOVI PREZIOSI “ALLEATI”

Iniziative pensate per raggiungere un pubblico diversificato della comunità dell’Unione della Romagna Faentina e generare consapevolezza

“NELL’UNIONE PER LE DIFFERENZE”: SOS DONNA FAENZA PRESENTA UN PROGETTO A LUNGO TERMINE CHE METTE IN CAMPO TANTE SINERGIE E NUOVI PREZIOSI “ALLEATI”

Percorsi formativi nelle scuole, eventi aperti alla cittadinanza, attività pensate per donne migranti

 

Faenza, 6 maggio 2019L’Associazione SOS DONNA di Faenza, centro contro la violenza alle donne, presenta oggi “Nell’Unione per le differenze”, il progetto finanziato dalla Regione Emilia Romagna sul tema della Pari Opportunità che vede la partecipazione di URF – Unione della Romagna Faentina, Teatro Due Mondi, Teatro del Drago, Cooperativa Libra, attraverso il servizio di intervento Muoviti, per la realizzazione di molteplici attività sul territorio.

«Il progetto propone una serie di azioni che mirano nel loro insieme a generare una maggiore consapevolezza e nel tempo promuovere un cambiamento e rinnovamento culturale che diventa azione di contrasto alla violenza alle donne – a spiegarlo è Raffaella Meregalli, operatrice dell’associazione SOS Donna – Le attività investono un ampio spettro di campi con i rispettivi linguaggi: da quello culturale (seminari, incontri informativi), teatrale (spettacoli e azioni teatrali), scolastico (percorsi educativi), interattivo (laboratori partecipati), comunicativo (murales, videoclip, materiali di promozione, internet). La varietà di iniziative è pensata per raggiungere con strumenti diversi un pubblico eterogeneo delle comunità del territorio dell’Unione della Romagna Faentina e generare consapevolezza sul tema della violenza alle donne, della discriminazione e della responsabilità maschile e promuovere una cultura del rispetto e della parità di genere.

La rete tra associazionismo, cooperazione ed ente pubblico su questa specifica tematica garantisce un approccio specialistico alla problematica, attraverso una formazione permanente e la realizzazione di una collaborazione che mette a frutto esperienze già realizzate per trasformarle in modelli trasferibili in altri contesti territoriali, favorendone le sinergie».

Antonella Oriani, presidente dell’associazione faentina, ha commentato il risultato di questa sinergia che continuerà a produrre effetti e momenti specifici sul territorio: «L’importanza di questi progetti di rete ci permette di dare vita a un’espressione corale, ognuno con le proprie peculiarità, per la promozione della cultura del genere. Dal punto di vista del centro antiviolenza SOS Donna di Faenza, solo attraverso il superamento di certi atavici stereotipi e con la costruzione di un patto di genere, si potrà produrre un reale cambiamento culturale per contrastare la violenza degli uomini sulle donne».

11 maggio: Fare la spesa alla Coop per aiutare le donne che vivono nelle case rifugio

11 maggio 2019

La Coop Alleanza 3.0 propone una colletta alimentare per Sos Donna

Fare la spesa alla Coop per aiutare le donne che vivono nelle case rifugio

L’Associazione Sos Donna, centro antiviolenza di Faenza, sarà presente al supermercato Coop “I Cappuccini” di Faenza nella giornata dell’11 maggio 2019, dalle ore 8.30 alle ore 19, per una raccolta alimentare in supporto alle donne che subiscono violenza, ospiti nelle case rifugio o accolte dall’Associazione. Le volontarie del centro antiviolenza saranno presenti con un punto informativo per sollecitare e sensibilizzare ancora una volta la cittadinanza ad una riflessione sulla violenza alle donne. Distribuiranno inoltre, a chi si reca a fare la spesa alla Coop “I Cappuccini” una lista con l’elenco degli alimenti e dei beni di prima necessità che possono essere donati a Sos Donna dai clienti della Coop: dai prodotti alimentari a quelli per l’igiene personale, dai prodotti per bambini a quelli per la pulizia della casa, tutto ciò che è utile nella vita quotidiana. Tutti i prodotti raccolti saranno destinati alle donne e ai bambini ospiti nelle strutture a indirizzo segreto gestite dall’Associazione e alle donne in uscita dalla violenza che si rivolgono a Sos Donna.

L’azione di SOS Donna-Servizio Fenice (sportello voluto dal Comune di Faenza, Assessorato Pari Opportunità) sul territorio comprensoriale faentino ha visto, nel 2018, 220 donne accolte e, dal primo gennaio 2019 ad oggi, più di 100 donne si sono già rivolte a noi. Fare la spesa alla Coop nella giornata di sabato 11 maggio significa sostenere le donne vittime di violenza e i loro bambini e contrastare la violenza domestica.

Sos Donna, associazione nata a Faenza l’8 marzo 1994, si occupa di fornire un servizio di prima accoglienza a donne che si trovano in uno stato di temporanea difficoltà, che hanno subito o subiscono violenza, gestendo dal 2000 anche il servizio comunale Fe.n.ice, centro di ascolto e prima accoglienza per le donne in stato di disagio e maltrattate. L’attività di assistenza e ascolto si coniuga a quella di sensibilizzazione e prevenzione tramite l’organizzazione di eventi, pubblicazioni e corsi di formazione.

 

Fare la spesa alla Coop per aiutare le donne che vivono in case rifugio

Sabato 11 maggio dalle 08.30 alle 19.00 presso la Coop “I Cappuccini”

di Faenza (Via Canal Grande, 44/14 – Faenza)

info www.sosdonna.com o tel. 0546/22060.