Festival Comunità Educante 2018

L’idea di questo Festival nasce dallo stimolo di un antico proverbio africano che recita:

Per educare un fanciullo serve un intero villaggio”. 

L’intento è quello di portare l’intera comunità faentina e dei comuni limitrofi, per una settimana, a riflettere e mettersi in gioco sul tema dell’educazione, organizzando iniziative con tutti gli attori educativi del territorio e portando anche esperti e formatori da tutta Italia con l’obiettivo di arricchire le competenze di tutti i soggetti coinvolti, mettendo in rete le realtà esistenti e cercando anche nuove sinergie possibili.

Il Festival sarà promosso attraverso molteplici linguaggi espressivi: workshop e laboratori nelle scuole, momenti di formazione con insegnanti, educatori, famiglie… ma anche spettacoli di musica, teatro, cinema, ceramica, pittura ed eventi ludici di piazza!

Riempiremo la città di installazioni creative nell’arredo urbano, attraverso la cosiddetta “fun theory”, che punta sullo stupore, sulla meraviglia e sul divertimento per risvegliare il bambino che c’è dentro ad ognuno di noi e promuovere partecipazione attiva, stimolando riflessioni fra i cittadini.

La cornice del Festival Comunità Educante si rifà al significato originario del termine “educare”, dal latino “ex-ducere”, cioè “tirare fuori”, ovviamente il meglio, di quanto si trova dentro ad ogni persona.

Un’educazione, quindi, non omologante, ma che sappia al contrario fare delle differenze un valore da coltivare con cura.

Vi sono innumerevoli esperienze virtuose a livello locale così come in altre parti d’Italia e anche all’estero che vanno in questa direzione, che abbiamo invitato perché possano essere per tutti spunti di riflessione e ispirare buone prassi educative.

L’Associazione Sos Donna parteciperà al Festival con il laboratorio “UNA SCUOLA CHE FA GENERE” in collaborazione con Ricercazione: un modulo didattico esperienziale che prevede attività laboratoriali (mappe e collage di genere, etc…) e input forniti con diversi linguaggi ai partecipanti, volto ad offrire spazi di riflessione, confronto ed elaborazione personale agli/alle alunni/e, sulle tematiche di genere, e di maturare consapevolezza rispetto a possibili comportamenti violenti e discriminanti l’appartenenza a un genere. Il laboratorio ha una durata di 4 ore.

Sul sito del Festival Comunità Educante potrete trovare il programma completo della seconda edizione che avrà luogo dall’8 al 15 aprile 2018.

 

17 marzo: “Le loro voci” al MIC (foto)

Sulla nostra pagina Facebook trovate tutte le foto del reading “Le loro voci”, realizzate da MAURO BENEDICETTI e DENISE LIPARESI della classe 4°C Grafico dell’Istituto Strocchi.

Il Cinque per Mille per Sos Donna

L’associazione Sos Donna, centro contro la violenza alle donne, chiede a tutte e tutti di poter contribuire alla prosecuzione e al consolidamento della vita del Centro antiviolenza.

Anche quest’anno è possibile devolvere il 5 per mille dell’irpef ad un’associazione di volontariato scelta dal contribuente:

per questo chiediamo di sostenere i progetti di Sos Donna attraverso questa semplice ma utilissima iniziativa.

Questa scelta non cambia nulla per il contribuente, né in aggiunta né in sottrazione alla cifra “dovuta” al fisco, ma con una semplice firma si può sostenere l’associazione che dà una mano a donne che si trovano in uno stato di temporanea difficoltà, che hanno subito o subiscono violenza.

Codice fiscale di Sos Donna: 90014420393

Polizia di Stato e SOS Donna insieme per l’8 marzo

Banchetto informativo in Piazza della Libertà a Faenza

Polizia di Stato e SOS Donna insieme per l’08 marzo

Giovedì 8 marzo, in occasione della Giornata internazionale della Donna, le poliziotte e i poliziotti del Commissariato di P.S. di Faenza e le operatrici e volontarie dell’Associazione SOS DONNA, Centro Antiviolenza di Faenza, saranno presenti insieme in piazza della Libertà per un banchetto informativo, per sollecitare e sensibilizzare ancora una volta la cittadinanza ad una riflessione sulla violenza alle donne e per fornire le informazioni giuridiche utili in caso di necessità

L’azione di SOS Donna-Servizio Fenice (sportello voluto dal Comune di Faenza, Assessorato Pari Opportunità) sul territorio comprensoriale faentino ha visto, nel 2017, 209 donne accolte e, dal primo gennaio 2018 ad oggi, più di 80 donne si sono già rivolte a noi. Molte delle donne accolte, prima o dopo essere state intercettate dalla nostra Associazione, si sono rivolte alla Polizia di Stato, per ricevere aiuto, per ottenere le informazioni utili su come difendersi e per sporgere denuncia. Quest’occasione rinnova l’importanza della formazione e del lavoro di rete che viene svolto sul nostro territorio tra tutti coloro che operano sulla tematica della violenza di genere e della tutela dei minori.

Giovedì 8 marzo, dalle ore 9.00 alle ore 12.00, potrete trovare le poliziotte e i poliziotti del Commissariato Manfredo e le operatrici di SOS Donna presso il banchetto adiacente la fontana in piazza della Libertà a Faenza.